Con il progetto “Il lavoro educativo, in particolare” la LUdE sostiene e accompagna (dal gennaio 2018 al febbraio 2019) la formazione degli operatori dei centri socio-educativi e degli asili della città di Messina che ricadono nelle responsabilità comunali

Il lavoro educativo da sempre si connota per la propria a-specificità, dato che le pratiche e i contenuti di cui si compone non sono determinati né determinabili. Ciò si fa più evidente laddove non si è consolidata una “tradizione pedagogica” e, ancor di più, laddove l’educare è più difficile. Generalmente appartengono a questo “ulteriore educare” tutte quelle esperienze di cura che intervengono nelle situazioni non formali per favorire percorsi di crescita, in cui la domanda educativa o è molto poco riconosciuta o è, addirittura, avversata da posizionamenti culturali. Perché la questione della crescita possa essere assunta è necessario costruire soluzioni educative ad hoc, attente alle specificità dei contesti e in dialogo con i bisogni e i desideri che i crescenti portano. Ovvero si tratta, innanzitutto, di favorire la formazione delle competenze educative di quanti vi lavorano.

Il piano formativo proposto dalla LUdE non è da intendere come mera proposta di vecchi e nuovi saperi da contrapporre a “percorsi di crescita sbagliati” ma piuttosto come la costruzione e la condivisione di ulteriori attenzioni e competenze educative a partire dalle storie professionali degli operatori, immediatamente spendibili nell’ampio spazio educativo del territorio, per costruire con esso una relazione educativa solida e duratura. Così si costruisce quello che possiamo e vogliamo chiamare Patto Educativo di Comunità (PEC). Tale percorso rappresenta, tra le altre cose, un’occasione per rinnovarsi nelle intenzioni e nelle motivazioni, per trovare o ritrovare il significato più autentico del lavoro educativo e di cura e per riorientare le attività educative, con la consapevolezza che le potenzialità dei bambini e dei ragazzi sono biologicamente determinate e si sviluppano nell’incontro con le persone e con gli ambienti di vita in cui crescono.

L’azione formativa si sviluppa in incontri di “accompagnamento” (3h) destinati al solo personale educativo e, in alternanza, incontri di “approfondimento” (3h) aperti anche i genitori. Ogni servizio ha un formatore referente, presente anche negli incontri di “approfondimento”, condotti da un esperto esterno individuato dalla LUdE.

 


Articolazione dell’impegno formativo: 295 ore

Direzione corso: Loredana Pumo e Salvatore Rizzo

Coordinamento: Laura Ugdulena

Formatori: Loredana Pumo (Asilo 1), Giulia Ruta (Asili 2 e 3), Mario Schermi (CSE Ponte Schiavo e Aldisio), Salvatore Rizzo (CSE Cep e Camaro), Tiziana Tarsia (CSE Gravitelli)

Collaborazioni: Associazioni Pediatri

 


 

Calendario e contenuti formativi

 

    Leave a Reply