La Libera Università dell’Educare si costituisce nel 2012 come gruppo di lavoro della cooperativa sociale Ecos-Med, dall’iniziativa di alcuni studiosi e professionisti che, negli ultimi vent’anni, per varie ragioni e in varie occasioni, si sono trovati a collaborare e condividere imprese formative, eventi culturali, confronti scientifici intorno ai temi dell’educazione. Nel dicembre 2017 si è costituita l’associazione di promozione sociale LUdE; l’associazione collabora stabilmente con tutti i soggetti del Distretto Sociale Evoluto promosso dalla Fondazione di Comunità di Messina.

L’idea è andata via via formandosi dentro e intorno ad aule che ospitano “operatori dell’educazione” (insegnanti, genitori, operatori sociali, medici, psicologi). Era ed è evidente la loro e la nostra urgenza ad apprendere il difficile mestiere dell’educare, nel vivo della sua esperienza. Ci serviva un luogo duraturo, oltre la breve durata di un progetto formativo.

La responsabilità scientifica della LUdE è affidata ad un Collegio Formatori, presieduto da un responsabile. La gestione delle attività è a cura di un coordinatore.

I destinatari della LUdE sono genitori, insegnanti, educatori, psicologi dell’educazione, assistenti sociali con referenze educative, animatori, mediatori, amministratori pubblici coinvolti nelle politiche educative, medici, sociologi dell’educazione, ricercatori, uomini e donne.


Perché Libera?

La LUdE è una libera università perché intende privilegiare un approccio disciplinare plurale (psicologia, filosofia, pedagogia, neuroscienze, sociologia ecc…) intorno all’educare, cosicché possa essere colto come “intreccio” di teorie, sensibilità, pratiche e valori. Mantenendo patrimoni e orientamenti, la LUdE intende ricostruirsi ogni volta e laddove le attese di saperi sull’educare si determineranno in una proposta di ricerca e formazione.


Cos’è l’Educare?

Siamo fatti di educazione. Siamo educazione. Educazione che si fa e ci fa. Eppure siamo, sempre, anche educazione che si disfa. Siamo diseducati. Diseduchiamo. Maleduchiamo. La LUdE riconosce nell’educazione una delle occasioni cruciali per la crescita degli individui, delle comunità e delle società. La LUdE, in particolare, vuol farsi snodo, crocevia, sintesi dei diversi saperi intorno all’educare, interrogando le esperienze e le riflessioni. La LUdE intende farsi sede di raccolta, di riflessione e di diffusione delle conoscenze vecchie e nuove intorno all’educare, mantenendo un constante dialogo con altri esperti, altri territori e altri centri di studio e ricerca.


Cosa facciamo?

La LUdE cura l’ideazione, la progettazione, la realizzazione e la valutazione di ricerche, corsi, seminari e tutte le altre possibili iniziative volte a far crescere la cultura educativa. Lavora per la costruzione di “patti educativi territoriali” tra quanti partecipano alla formazione delle città, a partire da ciascuna biografia in crescita. Durante l’anno formativo la LUdE organizza e cura giornate studio, seminari, ricerche, il CantierEducare, consulenze, corsi di formazione.